associazione ONLUS
Iscriviti alla newsletter
Integrazione:

Ad ogni persona si propone:

  • Accesso a corsi avanzati di lingua italiana

  • Percorsi individuali in base alle competenze personali

  • Cicli formativi di orientamento al lavoro

  • Iscrizione al Centro per l'Impiego e nelle agenzie interinali

  • Corsi di formazione reperiti sul territorio

  • Ricerca e tutoraggio in tirocini formativi in azienda

  • Sostegno nella ricerca lavoro

  • Sostegno alla ricerca di soluzioni alloggiative autonome

  • Integrazione nel contesto sociale

L'integrazione lavorativa può essere sostenuta dalle aziende e dai privati offrendo possibilità di inserimento:

Tirocinio formativo:
avvicina la persona al mondo lavorativo e favorisce l'acquisizione di competenze specifiche. L'associazione svolge un'azione ponte tra il beneficiario e l'azienda che formalizzano il tirocinio nel centro per l'impiego di riferimento. È possibile reperire informazioni dettagliate visitando il sito della provincia di Vicenza alla voce servizi.

Chi lo può fare?
Titolari di Pds per protezione internazionale, protezione sussidiaria, protezione umanitaria, richiedenti protezione internazionale

Chi lo può richiedere?
Aziende, cooperative, ristoranti, bar...

Modulo per tirocinio formativo
SCARICA IL “MODULO PER TIROCINIO FORMATIVO”

Lavori occasionali con i voucher:
alcuni beneficiari hanno già un background lavorativo, una professione o comunque possono svolgere lavori occasionali, anche giornalieri o stagionali ed essere regolarizzati tramite voucher.

Chi lo può fare?
Titolari di Pds per protezione internazionale, protezione sussidiaria, protezione umanitaria, richiedenti protezione internazionale (solo se, passati sei mesi dalla presentazione della domanda relativa al riconoscimento dello status di rifugiato, non hanno ancora ricevuto alcuna risposta da parte della Commissione e nel Pds c'è la scritta “autorizzato al lavoro”)

Chi lo può richiedere?
Famiglie; enti senza fine di lucro; imprenditori agricoli; committenti pubblici (in caso di prestazioni per manifestazioni sportive, culturali,...), enti locali per lavori di giardinaggio, pulizia; imprenditori operanti in tutti i settori
http://www.lavoro.gov.it

Assunzione diretta:
le aziende possono assumere i titolari di protezione sussidiaria, protezione umanitaria, asilo, richiedenti protezione internazionale (solo se, passati sei mesi dalla presentazione della domanda relativa al riconoscimento dello status di rifugiato, non hanno ancora ricevuto alcuna risposta da parte della Commissione e nel Pds c'è la scritta “autorizzato al lavoro”).